Chiesa del Carmine e Ente Mostra Nazionale di Pittura Contemporanea

Chiesa del Carmine e Ente Mostra Nazionale di Pittura Contemporanea

La fondazione del convento carmelitano risalirebbe alle 1255 come ci riferisce Lynn T. While ma non si hanno notizie prima del XV secolo quando nel 1490 Padre Petrulla acquistò delle case vicine per costruire la cappella dedicata a S. Onofrio. Era ricca di opere d’arte che, dopo la caduta della cappella sono state trasferite in Chiesa Madre.

Il convento accoglieva nove religiosi poi i locati furono acquistati dallo Stato e venne adibito a caserma dei carabinieri. Nel 1993 venne istituito l’Archivio Storico Comunale che operò la catalogazione e la sistemazione degli atti del comune e che venne allocato nella Chiesa del convento dal 1995 fu adattato per ospitare il centro culturale dell’Ente mostra nazionale di pittura contemporanea.

Il campanile ottagonale della Chiesa dell’Annunziata fu considerato una delle meraviglie del mondo perché oscillava al suono delle campane. Interessante è la scala interna a chiocciola. Dopo il crollo del 1745 fu riedificato e coperto con una cupola di mattonelle verdi se progetto di G. Biagio Amico.

ENTE MOSTRA NAZIONALE DI PITTURA CONTEMPORANEA: dal 1996, ubicato in Piazza del Carmine con la finalità di promuovere la cultura artistica del territorio con una ricca pinacoteca che abbraccia una panoramica ampia e trasversale dell’arte del novecento italiano.

About author

You might also like

Cosa Vedere 0 Comments

Chiesa di San Giovanni

La chiesa di San Giovanni Battista ,databile fra la fine del XII e gli inizi del XIII d. C. appartenne inizialmente ai Basiliani poi ai Gesuiti. L’edificio si presenta a

Chiese ed edifici religiosi 0 Comments

Chiesa di Santa Maria della Cava

Il santuario è intitolato alla Madonna della Cava perché nel 1514 il padre agostiniano Leonardo Safina sognò la Madonna che gli indicò di scavare nel luogo che era chiamato cava

Cosa Vedere 0 Comments

Santuario Maria Santissima Addolorata

La costruzione della chiesa è legata ad un avvenimento miracoloso: esisteva vicino Porta di Mare, odierna porta Garibaldi, una nicchia votiva con un’immagine in legno della Madonna. Durante un temporale