Chiesa di Santa Maria della Cava

Chiesa di Santa Maria della Cava

Il santuario è intitolato alla Madonna della Cava perché nel 1514 il padre agostiniano Leonardo Safina sognò la Madonna che gli indicò di scavare nel luogo che era chiamato cava e di costruire lì una chiesa.

In concomitanza con il ritrovamento della scoperta della statuetta, nascosta durante la persecuzione iconoclasta sotto l’imperatore Leone III, si verificarono vari miracoli: restituzione delle vista ad un cieco, parola ad un muto e la possibilità di camminare a uno zoppo.

La chiesa ipogeica presenta al centro un pozzo in cui fu trovata la statuetta miracolosa mentre ai lati si trovano la cappella dedicata a S. Agostino e a S. Nicola di Bari. È decorata con affreschi rovinati, si conservano intatti un toro con sei teste scultoree ed un altorilievo molto rovinato che vede rappresentata forse dei cherubini.

La chiesa fu ingrandita e ristrutturata varie volte, l’ultima ristrutturazione risale al 1859 ma distrutta dal bombardamento dell’11 maggio 1943. Oggi sopra la grotta è stata realizzata un’altra chiesa a navata unica con un corridoio laterale a destra. Nell’abside è incassata nella parete l’icona della Madonna della Cava; l’altare principale è in marmo bianco rinascimentale con l’iscrizione DOMINO DEO NOSTRO. Si ritiene che la Madonna della Cava abbia salvato la città nel 1726 e nel 1728 dalla grave siccità, nel 1606 dalla pestilenza, colera razzie.

È per questo che in atto pubblico del 1788 la Madonna della Cava venne eletta Padrona principale e specula Protettrice della città e si istituì come giorno festivo per tutta la città il 19 Gennaio, giorno del ritrovamento.

About author

You might also like

Cosa Vedere 0 Comments

Chiesa di San Francesco D’Assisi di Marsala

La Chiesa di San Francesco d’Assisi ha origini cinquecentesche, rinnovata nel XVIII secolo dall’architetto trapanese Giovanni Biagio Amico, autore anche del monumentale portale coronato dalla statua del santo di Assisi,

Piazze 0 Comments

Piazza della Repubblica

Ubicata nel centro storico è contornata da pregevoli edifici. E’ considerata il cuore culturale ed economico della città. Su di essa si affacciano il Duomo, elegante edificio in stile barocco

Cosa Vedere 0 Comments

Museo Archeologico Baglio Anselmi

Il museo conserva il relitto della nave punica ed espone reperti della storia di Lilibeo, dalla preistoria al medioevo. La sede museale, ossia il Baglio Anselmi, risale alla fine del